Il rapporto con l’ ex coniuge

Il rapporto con l’ ex coniuge

È molto complicato gestire l’ ex coniuge, soprattutto quando, per l’affidamento dei figli o per scambi economici, si è costretti a mantenere iI rapporto.

Spesso si assiste a vere e proprie regressioni infantili, dove il principale scopo diviene la rivalsa sull’ ex coniuge.

I terzi, come i figli o i nuovi compagni, diventano meri strumenti di una ripicca con atteggiamenti da “Guerra dei Roses”.

Tutto quello che c’è stato di negativo nel passato rapporto viene visto come se fosse importante per il futuro sistemarlo nel modo peggiore.

Credono di avere tutti e due ragione pensando che il loro rapporto è finito per colpa dell’altro e non, invece, di tutti e due.

Dovrebbero allontanarsi e proseguire ognuno per la propria strada e, invece, sono sempre in contatto per i continui litigi.

La cosa peggiore è che spesso ne vanno di mezzo i figli e, specialmente, ne soffrono per essere usati come armi per la guerra.

In questi casi bisogna cercare un mediatore famigliare che li aiuterà a gestire con serenità il rapporto con i figli.

Se ci sono difficoltà anche tra loro due per la separazione, la terapia di coppia serve anche per ottenere un divorzio più sereno.

Sarebbe corretto, prima di intraprendere una nuova relazione, chiudere con chiarezza e determinazione quelle precedenti, così da evitare inutili ingerenze.

Vuoi saperne di più? Clicca qui.

Rispondi