Cosa facciamo se un amico o amica sono stati traditi? Dirlo influirà sulla coppia?

Cosa facciamo se un amico o amica sono stati traditi? Dirlo influirà sulla coppia?

La coppia è una realtà misteriosa, che difficilmente può essere penetrata e compresa dall’esterno. E’ un mondo che bisogna affrontare con grande sensibilità.

Non possiamo sapere su quali fragili equilibri sia basata la sua relazione di coppia.

Se un’amica è all’oscuro di essere stata tradita, e noi siamo invece a conoscenza di questo fatto, spesso può essere controproducente comunicarglielo.

Troppo spesso noi proiettiamo sulle coppie di amici le nostre aspettative, i nostri valori e il nostro modo di concepire le relazioni.

Non possiamo sapere se lei non sappia di essere stata tradita o se invece, come spesso capita, non voglia saperlo sia consciamente che inconsciamente.

La cosa migliore che possiamo fare non è comunicare la notizia, questo non è il ruolo di un amico.

La coppia deve essere aiutata a ragionare, attraverso il dialogo e la comunicazione e, spesso, un amico non viene vissuto come neutrale

In questi casi l’intervento più importante è l’ascolto senza giudizio e cercare di dare appoggio senza fomentare la “guerra dei Roses”.

Per la coppia è importante, la comprensione e l’elaborazione di ciò che è successo e di ciò che sta succedendo.

Come amiche, quello che possiamo offrire è uno sprone ad aprire gli occhi, ad assumere un altro punto di vista.

È davvero difficile agire bene in questo modo: serve molto affetto, molta determinazione e, soprattutto, molta umiltà.

La coppia fa molta difficoltà a accettare e dimenticare un tradimento e è necessario un terapeuta di coppia per capire e metabolizzare certe dinamiche.

Vuoi saperne di più? Clicca qui

La domanda da farsi è: perché è potuto succedere?

«Purtroppo è molto comune che l’uomo tradisca con la migliore amica della sua compagna. Si tratta di una forma duplice di tradimento, affettiva e sentimentale, che richiede una doppia elaborazione. Senza colpevolizzarsi eccessivamente, per superare questo dolore e per evitare che in futuro si ripeta la medesima situazione, bisogna domandarsi come abbia fatto la nostra amica a penetrare cosi a fondo nella nostra relazione, quali spazi abbiamo lasciato scoperti e quali mancanze abbiamo avuto».

SERENELLA SALOMONI

Psicoioga, sessuologa e terapeuta di coppia