Tormentato dall’idea che la partner finga l’orgasmo

Tormentato dall'idea che fingano il piacere

Negli uomini l’insicurezza verso il proprio corpo si proietta spesso nel giudizio negativo che il loro organo sessuale non possa procurare l’orgasmo.

Cara dottoressa, sono tormentato dall’idea che con me le ragazze fingano l’orgasmo: temo, infatti, di avere il pene piccolo. 

Come posso capire se davvero provano piacere o se lo simulano per non ferirmi?

Gino, Faenza

Caro amico, mi dispiace sentirti così tormentato: purtroppo però non posso darti una “formula magica” che ti aiuti a capire se una donna ha davvero raggiunto l’orgasmo! 

Certamente una buona lubrificazione e la presenza di piccole contrazioni sono un buon indicatore.

Devi, comunque; tenere conto del fatto che nessun orgasmo è uguale all’altro, e che ci sono situazioni in cui la donna prova piacere senza raggiungerne il climax ma è comunque appagata. 

Credo che sia ben più importante che tu risolva le insicurezze legate alle dimensioni del tuo pene con una visita urologica (utile, fra l’altro, per fare prevenzione): con ogni probabilità i tuoi timori saranno infondati. 

Non servono dimensioni “extra” per soddisfare una donna. 

Se proprio non si è superdotati la cosa più importante è arrivare al momento della penetrazione dopo aver portato la partner al massimo dell’eccitazione con i preliminari.

Ancora più importante è farla sentire desiderata e unica, sempre. 

Dottoressa Serenella Salomoni, 

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo Padova – Jesolo – Este

Rispondi