Uomini eterni immaturi dall’età delle caverne

Uomini eterni immaturi dall’età delle caverne

Troppo spesso ci lamentiamo delle tendenze degli uomini senza tenere conto del ruolo biologico che hanno sempre ricoperto.

Per gli uomini l’importanza del ruolo maschile e della loro identità viene data anche da come viene vissuta la sessualità.

La donna legata ai tempi e ai ritmi delle mestruazioni, della gravidanza e alla cura dei figli, fin dall’infanzia, crea una dimensione femminile sicura.

Non viviamo più nelle caverne ma c’è una tendenza ancestrale che si riflette un po’ anche nella vita di coppia al giorno d’oggi.

Gli uomini erano solo proiettati, all’età della pietra, a cercare più partner possibili per aumentare il loro dominio sulla specie.

Qualche riflesso di questa antica funzione è rimasto nella ricerca dell’identità maschile attraverso l’importanza che danno prima di tutto al sesso.

L’impreparazione affettiva degli uomini si contrappone alla volontà femminile di eviscerare, esprimere e pretendere dal partner anche i sentimenti.

Perché parlare, andare a fondo se l’attenzione e il desiderio vengono continuamente spostati di punto in punto, di donna in donna?

Questo non significa che le donne debbano rinunciare a un compagno affettivamente completo, anzi. 

Teniamo conto che dobbiamo considerare alcuni retaggi che, senza accorgercene, ci attraversano e, quindi, le nostre scelte diventano importanti per non avere sorprese.

Vuoi saperne di più? Clicca qui

Rispondi